Torri del Benaco
Rovesci
12°C
 
Ferrara di M.B.
Showers
12°C
 
Malcesine
Mostly cloudy
12°C
 
Borghi

Borghi lacustri di Brenzone

Oggi il territorio di Brenzone denominato un tempo “Terra di Brenzone” presenta disseminati lungo le rive del lago alcuni dei numerosi abitati che lo compongono: da nord a sud in successione s’incontra Assenza, Porto, Magugnano, Marniga, Castelletto.
La loro origine e il successivo sviluppo inizia dal secolo IX per giungere sino ad oggi. I borghi lacustri durante la fase dell’incastellamento e delle fortificazioni erano per lo più villaggi abitati da pescatori, che vivevano un’economia di autosufficienza.

La maggior parte delle comunicazioni avveniva lungo la rete di mulattiere poste nella fascia mezzana, al confine tra la coltivazione dell’olivo e la presenza del bosco.
Questo stato di cose subisce un radicale cambiamento a favore dei borghi lacustri dopo il ‘400. E’ in questo periodo che sorgono le grandi chiese che poi via via diverranno le parrocchie di S. Giovanni Battista a Magugnano, della Madonna Assunta a Castelbrenzone, di S. Carlo Borromeo a Castelletto.

Questo indica un incremento demografico dei borghi lacustri, investiti dall’operosità di artigiani e di mercanti che iniziano a commercializzare i loro prodotti verso la sponda bresciana del lago e verso Verona. Così lungo i secoli i paesi rivieraschi del territorio vengono potenziati con la costruzione di piccoli porti e sorgono nuovi edifici signorili come residenza di famiglie che si trasferiscono dalla città verso la periferia.

Con la costruzione della strada Gardesana alla fine degli anni ’20 del secolo scorso e con la costruzione di porti più sicuri, i borghi lacustri si preparano alla sfida del nascente turismo, dapprima locale e poi straniero.

Borghi medioevali di Brenzone
Curiosità
Isola del Trimelone
Curiosità
Borgo medioevale di Campo
Curiosità
© 2022 Unione Montana del Baldo-Garda - Tutti i diritti sono riservati - Privacy Policy - Cookie Policy